Ru Neuf – Valle d’Aosta

Il canale Ru Neuf, trae origine dal torrente Artanavaz a circa 1250 m. ed è stato costruito nel 1327 per irrigare i campi signorili, ancora adesso una parte ha mantenuto il carattere medievale, anche se il canale continua a servire per prelevare l’acqua dal torrente e trasportarla sulla collina di Aosta. Il sentiero comincia nella Frazione di Roisod (1182 alt), nel Comune di Gignod, circa 8 chilometri da Aosta e continua verso nord, fino alla frazione Echevennoz di Etroubles. La gita è quasi tutta pianeggiante e prosegue sia nei boschi sia a cielo aperto e permette, lungo sentiero, di ammirare dall’alto  il comune di Gignod.

Cominciamo la passeggiata:

Fraz. Roisod del Comune di Gignod in Valle d’Aosta.

Lungocanale in una giornata di sole.

Lungo il Ru Neuf, vicinanze di Roisod.

Lungo Ru Neuf, vicinanze della Palestra di Roccia.

Poco dopo la Palestra di Roccia, il canale incrocia un sentiero che conduce ad un vilaggio abbandonato e sulla strada si incontra  un oratorio dedicato a San Grato, patrono della Diocesi di Aosta, alla Madonna delle nevi e a Santa Barbara.

IMG_9334.resizedIl Ru Neuf dopo una nevicata primaverile

La passeggiata continua fino a Etroubles, ma io non sono ancora riuscita a finirla🙂. Un giorno lo farò!

Pubblicato in Italia, Viaggi | Contrassegnato , , , , , , , | 1 commento

Sizergh Castello e Giardino. Zona della contea di Cumbria in Inghliterra

Nel 2005 ho passato 3 mesi in Inghliterra per lavoro, ho vissuto in un vilaggio di circa 5.000 abitanti – Carnforth della contea dello Lancashire, ho approfittato di questo soggiorno per visitare alcune zone limitrofe ed ecco alcune foto fatte in occasione della visita al Castello di Sizergh nella confinante contea della Cumbria. Giornata di pioggia, come tante in Inghliterra.

Il castello fu aquistato dalla famiglia Deincourt nel 1170 e dopo il matrimonio di Elisabetta Deincourt con il Sir William de Stirkeland nel 1239, la proprietà passò nelle mani di quella che divenne la famiglia Strickland, che lo possedeva fino a quando fu donata al National Trust (Ente che in Inghliterra gestisce il patrimonio storico – culturale) nel 1950. La parte principale del castello è rappresentana dalla torre di guardia che risale al XIV secolo, ma il castello è stato anche ristrutturato nei tempi di Elisabetta Tudor. Le parti incantevoli e romantichi del castello sono i giardini.

Facciata del Castello Sizergh

Castello visto dal giardino

Castello visto dal giardino

Laghetto del castello

Torre di guardia

Curiosità! Dalla contea di Cumbria proviene Beatrix Potter, la scrittice e l’ilustratrice inglese del XIX secolo che diventò famosa per i suoi racconti indirizzati ai bambini, tra i quali “Ludovico coniglio”  (in inglese Peter Rabbit). Nel 2007 è uscito il film sulla storia di Beatrix, del titolo Miss Potter con l’attrice protagonista Renèe Zellweger.

Pubblicato in Inghliterra, Viaggi | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Alluvione in Polonia

Questi giorni sono molto difficili per la Polonia. La Vistola, il fiume più lungo della Polonia è uscito dagli argini. I ponti distrutti, le case allagate, le strade chiuse e circa 10 morti…. Questo è il risultato dell’alluvione.

Wloclawek è una delle città maggiormente danneggiata, ma anche Varsavia sta aspettando la piena. La capitale della Polonia teme per le istituzioni che sono in pericolo, come la Città delle Scienze di Copernico.

Nel Voivodato di Santacroce la Vistula ha colpito la città Sandomierz, chiamata anche la “Piccola Roma” perché è situata sulle sette colli.

Invece l’Oder, il secondo fiume più lungo della Polonia, che fa da frontiera tra la Polonia e la Germania sta minacciando une delle città più belle del paese, Wroclaw (Breslavia).

La Warta, il più grande affluente dell’Oder, potrebbe danneggiare la città di Poznan, che è la capitale del Voivodato della Grande Polonia. Infatti la Warta è un fiume molto capriccioso e dal XV fino alla fine della Seconda Guerra mondiale allagò la città quasi ogni 2 anni.

L’ultima grande alluvione in Polonia è stata nel 1997, questa ha colpito le stesse zone, ma con una maggiore intensità, infatti l’elenco delle grandi città danneggiate, dei piccoli comuni con pochi abbitanti che non hanno le risorse finanziarie sufficienti per rimediare al disastro, delle famiglie rimaste senza casa e delle zone dove non si farà la raccolta del grano questo estate si sta sempre allungando.

E tutto questo è avvenuto durante la campagna elettorale delle prossime elezioni presidenziali in Polonia che si terranno il 19 – 20 giugno 2010. Infatti i candidati cominciano a fare le promesse.

Pubblicato in Notizie | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Mar Baltico – introduzione

Il Mar Baltico – freddo, affascinante e… romantico!

E’ un mare poco conosciuto in Italia e credo poco visitato dagli Italiani, forse perché è abbastanza freddo, le temperature medie dell’acqua durante l’estate rimangono tra 16,5 e 20 gradi. Il Mar Baltico è una delle mete turistiche più frequentate dai Polacchi che passano le loro vacanze in campeggio o nelle strutture agroturistiche a conduzione familiare che offrono anche su richiesta il servizio di pranzo/cena. Le zone più sviluppate dal punto di vista turistico sono situate vicino a Gdansk, a Koszalin e l’isola di Wolin. Uno dei miei posti preferiti, dove sono andata tente volte da ragazzina e dove torno volontieri è Slowinski Park Narodowy (Parco Naturale Slovinzio) conosciuto per le dune in movimento di sabbia! Un vero spettacolo di natura!

Dune del Parco – Polonia 2006

Nel 1977 è stato incluso nella rete della Riserva della Biosfera dell’UNESCO.

Un altro posto interessante da visitare sulla costa è L’Isola Wolin, dove ad agosto di ogni anno viene organizzato il Festival degli Slavi e dei Vichinghi. La festa accoglie circa 1500 espositori dai 24 paesi che presentano la cultura e le tradizioni del Medioevo.

Il Mar Baltico è bello anche durante l’inverno, più tranquillo, con le coste selvaggie di sabbia bianca e con le acque un po’ mosse e “arrabbiate”.

Mielno (Polonia 2005)

E alla fine una curiosità!

Si chiamano “Mors” e durante l’invero entrano nel Mare per fare il bagno con le temperature dell’acqua non superiori a 3-4 gradi. No, no, non sono pazzi, è uno stile di vità che permette di preservare più a lungo la salute e potenziare il sistema immunitario. Ovviamente il contatto con l’acqua fredda avviene gradualemente, attraverso i vari esercizi alcune settimane prima di tuffarsi nell’acqua del Mar Baltico.  I “Mors” confermano: i bagni sono energetizanti! Guardate il video con il bagno a Mielno del 1 gennaio 2010 per festeggiare l’Anno Nuovo!

Pubblicato in Polonia, Viaggi | Contrassegnato , , , | 1 commento

La mia prima parola

Questo è il mio primo blog nell’assoluto, è stato creato anche un po’ grazie al corso di informatica, del corso universitario che seguo (per fortuna sto finendo!). Saranno mesi e mesi che volevo cominciare a scrivere, ma c’era sempre una scusa per non farlo. Adesso ci sono anch’io qua!

Pubblicato in Senza categoria | 1 commento